Home

El Ominoso Silencio de la Metáfora. (Narración) Por Ricardo ...

La metafora in poesia non è soltanto trasferimento d’immagine o sostituzione terminologica. È qualcosa di più.
Come il dipinto colora e la musica soffia nell’animo, la poesia con la metafora espande.
La metafora sta alla poesia come l’evocato dipinto attraverso i colori in pittura e soffiato attraverso le note nella musica. In più racchiude i colori del dipinto e la fluidità della musica. Perchè fa della parola e dei suoni di parole e versi pennello e cassa armonica.
La metafora in poesia è espansione del cuore. E più si espande più respira in e di profondità e spazi e tempo.
La metafora poetica non è quindi più solo evocazione nè narrazione. Può narrare evocando ed evocare narrando, ma va oltre. E quando va oltre s’espande della stessa espansione del cuore che la esprime. È la necessità d’un cuore che vuole condividere, confrontarsi, arricchirsi nel donarsi e nel mettere a disposizione d’altri i passi o gli inciampi.
E in questo, nel farsi poesia di metafora, quel cuore si fa parabola.
La parabola poetica è parabola del cuore che si espande nella metafora poetica. Nel valore intrinseco del dono disinteressato si parabola d’amare il cuore del poeta che utilizza la metafora per meglio colorare e fare musica del suo espandersi.
Ricco è quindi il poetare che non utilizza termini altisonanti o ridondanti o ricercati. Oserei dire quasi barocchi. Ricco è il poetare semplice e contemporaneo che viaggia negli spazi dell’anima e in quelli geografici, che si fa padrone del tempo nel governare e interpretare i tempi, nel colorare i volti e le cose e farne musica. Questa poesia si fa profondità più nel leggerla e viverla che nello scriverla perchè nell’altro si completa.
Ecco perchè la metafora in poesia è espansione del cuore che si fa parabola. D’amare.

francesco nigri

Annunci