Home

20130131-225035.jpg

Se tu solo volessi rapirmi
del rapirti d’un ballo fermo
di sguardi e soffi di pelle
e tamburi di palpiti oranti

Se tu solo volessi il buio
del lunarti di chiaroscuro
di mani prese di sospeso
all’avvinghiato infuggente

Ti aliterei ogni vento alato
per annidarmi in te di radici
di ogni ulivo che si fa olio
per ungerti di mio al cielo

E nel sonno caldo e turgido
della tua malinconia schiusa
d’un’attesa che grida grecale
ti danzerei del lieve che orma

Se tu solo volessi il volermi
come il sogno estivo e nudo
nell’inverno trapuntato di sete
sarei già lì per sempre di sempre

francesconigri©31.01.2013