Home

20130205-193905.jpg

Quando il tuo sonno compirà le tue palpebre
dello sguardo della nebbia vuota che si dirada
e la tua terra profumerà del tuo fertile umido
il tuo seme incontrerà la mia radice di semina

Il germoglio delle tue colline sarà il mio viale
dove carezzarti di calesse che narra di sussuro
e il dolore della ruota che stride del suo tempo
il bacio d’ogni mio ramo al tuo bel cielo nudo

Più d’ogni posidonia la tua fragranza narra
il lievito del pane del mio forno acceso d’onde
quello che fa dell’incarto dell’aria del mattino
il caldo e il morso del giorno che mi svolge

francesconigri©05.02.2013