Home

20130211-221804.jpg

Il lievito della mia notte stesa
adora i tuoi sussurri d’inverno
sanno della tua farina bianca
impastata delle mie mani d’olio

Vestita dell’apparente freddo
sulle tue labbra s’umida il soffio
nel vento del tuo forno s’accende
il mio nudo di pelle che ti cuoce

E se il profumo della tua pasta
si fa colore della fragranza piena
il gusto della mia tavola è il letto
dove amarti di palato d’insazia pala

francesconigri©11.02.2013