Home

20130222-200207.jpg

L’ovunque scrive il dappertutto
e non c’è sedia cheta nè poltrona
che fissi il cuore di spazio chiuso
o d’aria ferma al moto tra i tessuti
ma tutto gira nel tangibile di lava

S’intramano le fibre di bacio d’anima
quando l’amare s’abbraccia di mondi
nel sapore dell’abboccarsi stretti d’uno
lo stupore danza su parquet di sguardi
s’ode solo il tacco che batte intrecci d’aliti

francesconigri©22.02.2013

Annunci