Home

20130317-125019.jpg

Il letto del mio mare non sa notte
vive del fluire dei sentieri in cielo
se s’abbuia intorno è colonia calda
profumo del giorno che scalda l’onde
per questo io t’amo di notturno letto

Il letto del mio mare non sa giorno
vive del fluire su nuvole e tempo
spiraglia terso e libra il sole in raggio
ne fa pelle arrossata di passione
e t’amo di letto di mezzogiorno

Può asciugarsi il mare resta il mio letto
coppa di un oceano che non ha fine
se lacrima onda la ricolma spuma
tutto frutta di prelibato riccio
per questo t’amo senza più lenzuola

francesconigri©17.03.2013

Annunci