Home

20130402-100310.jpg

Perchè piacersi è un po’ la primavera
colora le pareti nude e fredde
un socchiuso si spiraglia di cuore
e la corteccia rivuole l’abbraccio

Linfa di rivelarsi l’incelato
rugiada le gocce dei tuoi occhi d’alba
schiude ogni letargo al mondo e ti canta
e in punta di naso profuma l’aria

Perchè piacersi sa d’amarsi dentro
sa d’ultima pioggia e di buona terra
radici approntano il germoglio nuovo
e ti carezza un fremito che inscrive

francesconigri©02.04.2013