Home

20130402-213842.jpg

Se gioca la tua luna a nascondino
del suo chiarore fresco in riarsa pelle
quando la primavera appone firma
di celate stelle allo stanco inverno

tu ricorda il mare e il sapore pieno
riluccica di riccio all’increspato
dove il sale fa più leggera l’aria
quel bacio d’àncora di tesa spuma

E incontri ‘sì’l profumo e il gusto tondo
del fremito che scorre tra le brezze
e prima che rigiunga l’alba chiara
alle tue labbra attraccherà il tepore

francesconigri©02.04.2013