Home

20130405-095100.jpg

Ti carezzo di profumarti schiusa
come quando m’accogli d’irrigarti
ti solletica piantato nel cuore
il mio scivolarti di gocce d’erba

Sa di rugiada fresca che mi asseta
l’umido irraggiarmi di te stagnato
nell’ammantarti del mattino colmo
la tua selva profuma della vita

E se un chiaroscuro sembra la notte
il tuo buio ricolora il sottobosco
ovunque mi spandi di mora in labbra
e sapora il raggio che di te sei me

francesconigri©05.04.2013