Home

20130410-172223.jpg

Un tocco di dita caldo t’allarga
ti musica l’acqua di concentrico
lo sguardo si stupisce nello slargo
profuma dello smosso l’onda cheta

T’arrossa di mezzo la tua stagione
accogli il remo più del solco e stringi
il legno ti carena di sgomento
più s’affiata e s’imbraccia del fluirti

A riva già si compie l’incompiuto
disegna d’un cuore di cuore a cuore
dell’alito la primavera estiva
che respira di pelle a mare nudo

E se mi chiedi ora cos’è amarti
è sussurro di salto d’orizzonte
è silente canto nei tempi il tempo
è quel dirti di te con un mio bacio

francesconigri©10.04.2013

Annunci