Home

20130411-094606.jpg

Ti soffio il mio sereno e ti stringo a me
socchiudi gli occhi per sentirne il fruscio
umide d’erba le tue labbra a riva
spartono l’acqua che più vuoi e più non vuoi

Ti soffio il mio sereno e t’aquilona
il leggero t’invola del sapore
l’incolto al tempo vola di bagnato
e le papille cantano del gusto

francesconigri©11.04.2013

Annunci