Home

20130430-091417.jpg

Se poi un giorno il mio mare incontrerà il tuo
i faraglioni rivivranno il cielo
le rondini svuoteranno le rocce e i
loro nidi vivranno le nostre ali

La sabbia spessa dei tuoi dolci colli
sarà lenzuolo alle nostre acque smosse
e il fresco scriverà del suo tepore
del bianco sulle pagine bianche

Il domani sarà un respiro azzurro
bocca in bocca l’alito del poi d’oggi
tra le gambe il fremito dell’ondarsi
tra le labbra il libero d’intessuto

francesconigri©30.04.2013

Annunci