Home

20130503-204308.jpg

Dopo il meriggio che ti suda e spora
la tua pelle s’apre della tua luna
e il tuo paniere di seta si fiera
del giocarmi all’abbraccio che si cerca

Sei l’Arno che s’impone di fascino
sinuosa tra le spalle dei tuoi colli
il tuo sorriso scorre meraviglie
e si diverte a farne suoi i colori

La tua pelle s’apre di gioco e sfida
il tuo profumo s’erba dei tuoi prati
e se altaleni in scenderti e salirti
è il volerti vinta del mio galoppo

francesconigri©03.05.2013

Annunci