Home

20130527-213020.jpg

Una rupe mora partorì il mare
e il suo sorriso s’imbiondò del sole
i suoi monti sventarono sulle onde
e le maree raccolsero i tepori

Nacqui di labbra piene e svolte in gocce
dove il bacio è un prato di spuma fine
la rugiada canta di scoglio e sabbia
e si battigia il fiore dello sboccio

Il mio vento è il petto nudo del tempo
allatta i brividi dei tuoi fremiti
come la pelle imporata di cuore
ogni ricciolo di chioma si penna

Conosco il timone perso del remo
dell’arbusto che radica il pendìo
fa vela di cima nella tua valle
e ti risale nella tua salina

Per questo quando il mio fiume arrugato
fluirà nel tuo sguardo del pienarsi il suo
nella tua foce ogni parete d’erba
finalmente si cesterà all’atteso e
la tua lingua non ne placherà il soffio

francesconigri©27.05.2013

Annunci

4 thoughts on “Il mio vento è il petto nudo del tempo

    • grazie di ❤ .. davvero.. c’è molto delle mie radici in questi versi.. e di quell’amare che mia madre ha saputo lasciarmi dentro.. e che forse è il nocciolo duro del mio modo di amare.. un bacio 😘❤

      Mi piace

      • ..perchè mai duro?….
        l’amore non lo è..e il suo modo va saputo dosare…
        ma questo è solo un mio pensiero…
        Il tuo modo d’amare se così è, è molto travolgente.
        ..che sia troppo?
        ..e chi lo sa…certe verità stanno al di là del vento stesso…e i refoli son carezze disseminate lungo il sentiero della vita.

        grazie a te. ♥

        Mi piace

I commenti sono chiusi.