Home

20130616-132139.jpg

La primavera volge alla sua estate
e i fiori gemmano i frutti del succo
s’acquieta il vento nelle maree al sole e il
caldo scrive l’umido che si versa

Ed è nell’acerbo che cresce al ramo
che nel segreto s’impolpa la linfa
è il seno sempre giovane del tempo
che gioca alle stagioni con la pelle

Torna come di una corteccia insazia
più matura e più frutta le radici
e se il sudore rivola di zolle
la bocca già ne ara il gusto e l’ama

francesconigri©16.06.2013