Home

20130623-222409.jpg

È un perigeo continuo e insazio
l’amarti di riflesso che non tange
il pieno vuole il pieno e non lo tocca
e il raso rosso sa d’acqua incolmata

Saliva il cuore della luce a notte
le labbra battono in lingua il silenzio
il gemito è urlo di pelle salata e
tutto respira dell’alito d’altro

E l’altro è nell’umido pulsarsi
il sogno del cielo che ti si bacia
forse il mare alla terra che si conca
e il volerti così di mondo in mondo

francesconigri©23.06.2013

Annunci