Home

20130623-194203.jpg

Ho visto in te il mio stesso mare
ed il mio sguardo non è più lo stesso
la sabbia mi raccoglie all’afa
il sudarti immerso d’un orizzonte

Il cielo è un’onda di calore
la pelle brucia ancora al sale secco
ma l’umido arriva di brezza
e il palpito aumenta del ricorrere

Se fossi qui del mio fondale
la battigia canterebbe di riva
e della spuma della barca
ti berrei d’un sorso di quel baciare

francesconigri©23.06.2013

Annunci