Home

20130705-173644.jpg

E da sempre e solo del sempre t’amo
anche col cielo nuvolo di grotta
anche in cielo arso d’asfissia dell’afa
e il te soltanto e d’uno in me parola
come il sangue che si fa latte e siero
o il fuoco ch’arde il legno e lo profuma

Sei in me l’inizio che si fa poi al dopo
l’infinito che s’àncora d’ancòra
per questo di te l’onda mi ricorre
per ciò forse ogni golfo si fa stretto
la mia porta non ha toppe e non ha uscio e il
sorriso al cuore sventura il destino

Il mio amare ha una vita sola e lo sa
sa di saliva che resta e non basta
sa d’acqua a notte di palpebre chiuse
sa della fame del morso del bacio
per questo in me di quell’inizio t’amo
e più dell’ancòra t’amerò sempre

francesconigri©05.07.2013

Annunci