Home

20130721-130550.jpg

Ricami alla sabbia gli abiti orlati
quella del tempo della riva in sponda
quelli chiari di sorrisi in pastelli
su sedie colme di scritti di rughe

Bianca la sua chioma come lo sguardo
luce di cuore di carne pulsata
più d’ogni vergine che ti s’affaccia
quando il pregno si fa succo di raggio

E resta tutto il vivace di vene
la bellezza ne rimanda il profumo
tra disegni di fiori in sboccio di ieri
che inchina il domani come d’un’alba

A Nomentana vicino alla breccia
c’è un varco di grazia che ancora cuce
le dita parlano d’onda dell’ago
che schiuma il sale del farsi tessuto

Il salmastro è quel sapore del raro
che incontri di mare e porti di terra
fa pelle del cielo e trama i colori
di quel filo che tesse e non si stanca

francesconigri©21.07.2013

20130721-130633.jpg

Annunci