Home

20130824-203532.jpg

Ho visto le foglie cedere al vento
ed il calore posarsi nel fresco
il respiro vi alitava dell’ampio
dell’estate che scrive al suo domani

Il sole era un batuffolo d’inchiostro
tra versi di voli che rimigrano
e i fori del passato fiatavano
i passi pennellati di quest’oggi

Avrei voluto un cielo di lenzuola
e le fronde nude delle tue gambe
avrei affidato al tuo latte il mio capo
d’un silenzio che beve di carezze

Questa notte il balcone sarà aperto
la luna saporerà del tuo seno
e se scoprirai piene le tue mani
la mia sete di te avrà giunto i fiumi

francesconigri©24.08.2013

Roma, Fori Imperiali

Annunci