Home

image

Forse vago e mi fingo a me nel passo
come autunno caldo che si confonde
fredda levante e ponente insorriso
e si suda di fame a mezzogiorno

Forse fingo il sazio per non pensarti
o il letto vuole e spera il tuo tepore
ma ogni giorno una foglia vola l’aria
cercandoti nell’alito del vento

Forse le mie gambe vogliono le tue
dell’orma sulla polvere delle vie
è una notte quest’ogni giorno vago
senza l’orgasmo del solco al viverti

francesconigri©23.10.2013

Annunci