Home

image

Mi piacerebbe ora
ascoltare la musica del respirarci
e concederci il tempo
d’un vinile innamorato della luce

Mi piacerebbe veder girare l’attimo
e riavviarlo all’infinito
con lo sguardo
con le mani
come di pareti intime
al freddo lasciato al di fuori

E gustarti
per conoscerti e riconoscerti
come un sorriso bruno al biondo
come la notte all’alba
come i sussurri del distendersi
e dell’arrendersi
come due ciocche diverse
che si brizzolano di trecciarsi
come il raggio che si fessura
che sgomenta e piace
e gode il permanere alla pelle
quasi di tappeto
che pavimenta il sogno

Mi piacerebbe
e mi piacerebbe il profumo
della tazza vuota del poi

La riempirei di aliti
e vi dipingerei ai bordi
la saliva del volerlo
per berne senza
salviette di perchè o forse
come d’un bacio
a cui piacerebbe il tuo bacio

francesconigri©29.11.2013

Annunci