Home

image

Da sempre nacque e il tanto vuole
spinato in rosso porpora
allegra dell’ultimo buio
e soffia un bacio di primo

Agrifoglia sospeso il tempo
nelle anime belle e chiare
di sole che splende in battiti
come di pelle giovane

L’andato si slancia dell’onda
il cuore sugge il suo sangue
la cera profuma candele
e si lumina la fiamma

Tepore che sale all’inverno
di quel solstizio in promessa
farsi labbra d’una carezza
per un’estate del cuore

Cos’è il gelo che attorno trema
botto freddo che s’atterra
passa di fragore e di lampo
come ogni notte dei tempi

E cos’è invece quella febbre
che scalda folle d’agosto
d’alito della primavera
ogni vento ed ogni pioggia

Il palpito dello stupore
che fremita il suo profumo
e già gode del suo sapore
la vita che vena gli occhi

Vita in vita l’innamorarsi
di quel fluire che ti fluisce
e di mezzanotte t’auguro
con me l’eterno brivido

francesconigri©31.12.2013

Annunci

2 thoughts on “Ode di mezzanotte

I commenti sono chiusi.