Home

image

Voglio ammararmi d’anima tra onde
d’un falò di luna che ti riluce
e gustarti nel vento dell’inverno
del calore del tuo sale che sale

Voglio ammalarmi dei tuoi crespi sciolti
liberi di frastagliare i miei ponti
come baci riluttanti alla notte
che inseguono il buio della mia bocca

Voglio bere del tuo mare e guarirti
assorbire ogni spugna dei tuoi scogli
farne velluto in lana di carezze
per il viaggio del tuo tornare in riva

I fari spengono le luci ai remi
il legno si unge della tua spuma
e tutto narra la smorfia del riccio
che in punta di lingua si ritrae e carna

francesconigri©01.01.2014

Annunci