Home

image

Ti dirò di me e del mio mare
della sua tavola di piana smossa
delle sue fonti ricce e fresche
dei fiumi bevuti di piena e secca

Ti dirò della sua farina
polvere di spuma di sopra d’onde
umida di sale in lievito
come d’un morso di rughe d’amanti

Te lo dirò di quel silente
che sguarda la sua luna del suo sole
un pò viaggia del penetrare
e del farsi splendere un pò mai parte

È un tirreno che beve il vasto
s’arnano i colli dei seni uvati
si tevera d’appie del mondo
gli oceani cantano l’imbuto al tempo

francesconigri©30.01.2014

Annunci

5 thoughts on “Ti dirò di me e del mio mare

  1. Favolosa! Sei veramente un grande alchimista dei versi, riesci a miscelare metafore ed immagini molto potenti con sapiente maestria. Baci. ps: grazie per i tuoi “likes” da me, lusingata :*

    Mi piace

I commenti sono chiusi.