Home

image

E se ti senti mare che frastaglia
o roccia erosa dell’intima spuma
od isola che vola tra le onde
e l’onde stesse che giungono terre

se gli orizzonti salinano gocce
e il caramello saliva in battigia
d’orme invisibili legate al cielo
e tutto danza il fluire di vene

lascia che sia l’agrodolce d’un bacio
che sia quel tempo ch’esplode del sempre
come una lingua che gusta alle dita
sentieri di latte d’un cioccolato

Pelle sudata rigata rugata
pulsata in labbra a papille di cuore
sospesi i tempi alle stagioni finte
vive l’attimo che spande del sogno

E le pareti s’empiono del tronco
d’un arancio che succa di moscato
chiodi garofanano i muri muti
e la vita è un sorriso che abbraccia

francesconigri©10.02.2014

image

Annunci

2 thoughts on “Lascia che sia l’agrodolce d’un bacio

I commenti sono chiusi.