Home

image

Il tuo ventre mi canta
e il fremito è uno spasimo danzato
come i giorni di questo marzo
che allungano il sole del poi

L’attesa gesta il concepito
di passi levitati di lenzuola disfatte
amate di amarci aggrovigliati
aperte come le tue spiagge coralline
ai miei vitigni colmi dei tuoi acini

Non c’è più letto per i nostri mari
che regga il viaggio dei fusi dei
continenti tralciati di onde
e i tuoi litorali già mi ribevono
di grappoli di schiuma e sale

Affamata la tenerezza della passione
di questo figlio del ti sto amando
che sensa gli attimi del sempre
e si culla ai vagiti del viversi

Ha gli occhi dell’immenso
si ciela all’infinito
e sorride sì sorride
come i fiori che verranno
quando la primavera
avrà sbocciato i suoi venti

Un canto
sei e sono un canto
e t’odo e m’odo della voce
che seminammo al tuo ventre

francesconigri©03.03.2014

Annunci

2 thoughts on “Questo figlio del ti sto amando

  1. Questi versi sono bellissimi. Colmi. Completi, come questo figlio amato del ti sto amando. Bravo, sei bravo. Sono rime del tuo profondo, collega poeta. Inchino.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.