Home

image

La notte che gioca coi sapori

bianca di saliva asciutta
di luna assorta e un pò librata

come nei tuoi sogni

di trucco alle stelle sognanti
sospesa ai fili delle tue gioie

orecchini di donna appesi

collane di chiome imbrillate
alle frontiere fiorate di
trecce inscalate

quella notte

quella notte è finita

Il sapore della notte che bacia

tra i sogni gli attimi scritti

è acqua alle tue labbra piene

e i loro canali
vivono il fluire delle vene

unisone d’amarsi al bersi

Il mio nome
il tuo nome

scrivono il nome del
ricamo estivo

quello del placido che
resta al fondale

Nei tempi

d’ora al giorno che
traspira i sonni ai ristori
e alle braccia levate di
sorrisi amanti e congiunti

su ogni parete
su ogni viale
su ogni porta

gli sguardi intessuti

incideranno il cesello
del velluto che trama la seta

e del lino
che veste la lana
del suo incotonato

Essersi
viversi d’essersi
amarsi di viversi

francesconigri©23.07.2014

Annunci