Home

image

S’avvicina la boa del tuo volo
e più scopro l’aria che
ti ha respirata

più nuova

sempre più nuova

più d’una primavera
alle tue Ande

e più bramo

sì più bramo
quell’inspirarti fecondo
di narici al sangue

Mi ossigeni
mi ossigeni d’ogni stagione
fluttuante e ferma
danzante
di canto
come il mare
ai tuoi Caraibi

Ho traghettato il vento
lo accompagno per mano
e mi sorride
e gli sorrido

Nel vento amore mio
ti porto l’origine
e il suo senso nuovo
ritrovato ai sogni
rinato alla morte
nato alla stessa vita

come un anno
che si schiude al tempo
quello maturo
gustoso
barricato
d’anni di rovere

E mi scendi giù
dentro l’anima
per abitarla d’insazio e di gordo

e scopro
che ogni goccia della mia saliva
vuole il tuo polline

e scopro

più scopro amore mio

che il vento ti beve

nettare

e mi bevi

e ti linfo

a me
in me
tutta te

francesconigri©14.01.2015

Annunci